venerdì 22 settembre 2017

Black Bloc? No, solo black!


Testo di Fabio Altitonante

Ecco le risorse al lavoro a Milano: immigrato armato di spranga spacca i vetri delle auto davanti alla Stazione Centrale. Bravi gli uomini dell'esercito che lo hanno fermato, ma cosa aspettiamo a rispedirli a casa loro? Diffondiamo questa vergogna.


Ora siamo chiamati a fare una scelta importante


Testo di Mimma Dabramo


Non nutrite dentro di voi energie contrarie a quelle che volete si diffondano veramente sul pianeta. Se volete un mondo senza aggressività, non siate aggressivi. Se volete un mondo libero, smettetela di sentirvi prigionieri, perché la prigione è sempre una psico-prigione e origina dall’interno di voi stessi. I maestri hanno già previsto una stretta della morsa del controllo in questo periodo storico. Ma sappiate che siamo osservati e assistiti. Non siamo soli. Questo periodo è un test. Il vostro compito non è rovesciare il Sistema, ma restare “dritti in mezzo alle rovine”. Incorruttibili, centrati, privi di paura e odio. Così diventate davvero imprevedibili e quindi pericolosi per il Sistema. Quello dei vaccini è solo un esempio. Io la considero più una “marchiatura psicologica” che un problema di salute. Il problema infatti non è la scientificità delle dichiarazioni che vengono fatte da ambo le parti, ma si tratta di accettare o non accettare dentro di sé il “marchio del Sistema”. Questo è molto più importante. Si tratta di dichiarare di avere o non avere una completa fiducia nel Sistema. Si tratta di affidare o non affidare la salute dei propri figli a un apparato scientifico/medico/politico/finanziario, nel quale evidentemente si crede ciecamente.

Il paradosso di un Papa comunista amico dell'Islam




Assolutamente impossibile che i musulmani si adeguino alle condizioni di vita occidentale. Come per altro verso è quasi impossibile che riescano ad avere rispetto delle leggi del paese che li ospita, perché nella loro mente è radicato un sistema di vita che impone assurde valutazioni e suggerisce comportamenti di legge e di religione sulla base di una codificazione arcaica. E resta sempre insito nella loro mente la finalità di acquisizione dell'ambiente e del territorio. Gli islamici sono di una pericolosità sociale gravissima. La grave responsabilità di questo disastro di massive presenze islamiche è da attribuire a quell'ignorante che sta in Vaticano, arrogante presuntuoso e fuori da qualsiasi contesto logico di ragionamento, anche se tale finalità è dettata da comportamento perverso per interesse di oltre oceano.

Vi saranno segni nel cielo e terremoti


Sarebbe interessante indagare in due direzioni: le tecnologie usate dalle élite mondialiste per ridurre la popolazione mondiale mediante catastrofi apparentemente naturali, creando quanto più caos possibile, e se alcune razze aliene, che vivono sotto terra, debbano uscire dal loro nascondiglio prima del verificarsi di un sisma. Che esista la geoingegneria è un dato di fatto. Che esistano razze aliene sul nostro pianeta è un altro dato di fatto. La geoingegneria messa in atto mediante le scie chimiche e i riscaldatori ionosferici può avere diversi scopi, non ultimo quello di rendere ammalate le persone sfoltendone il più possibile, dando così lavoro a chi ci guadagna con la ricostruzione e con i farmaci. Gli alieni da qualche parte devono trovare ricovero, sia sotto il mare, sia sotto terra e, immaginandoli più sviluppati tecnologicamente di noi, ci dobbiamo chiedere se sanno prevedere i terremoti in anticipo, se escono prima del verificarsi di questi per controllare di non avere danni e, soprattutto, se stanno collaborando con forze militari terrestri, a cui magari hanno dato tecnologia loro propria. Magari, anche i personal computer che stiamo usando in questo momento sono frutto di tecnologia aliena e nessuno ce lo viene a dire. Rimane la domanda che anche i sismologi si pongono: cosa sono quelle luci nel cielo prima dei terremoti?


giovedì 21 settembre 2017

Quando senti i cani abbaiare, vuol dire che il villaggio è vicino


Fonte: Repubblica


Per Nostradamus la fine del mondo sarebbe dovuta arrivare nel 1999. Per altri nel 2000, complice il temibile millennium bug. A dare retta ai Maya invece si poteva ipotizzare che l’anno fatale sarebbe stato il 2012. E se fino ad oggi l’abbiamo scampata, forse è ancora troppo presto per cantare vittoria. Il 23 settembre infatti dovrebbe essere la volta di Nibiru, un fantomatico corpo celeste che alcuni identificano con il Pianeta 9, e che sembrerebbe – così vuole la leggenda – in rotta di collisione con la Terra. Una teoria che ha radici nella mitologia babilonese e sumera e nella numerologia (o presunta tale) cristiana, e che ha avuto una tale diffusione negli ultimi anni da costringere la Nasa a smentire ufficialmente (e non per la prima volta) la possibilità di un simile cataclisma. Ma come nasce questa ennesima bufala sulla fine del mondo? E cosa c’entra Nibiru con il misterioso Pianeta 9?
 

Un cedimento della democrazia nella vicina Spagna



Era soltanto questione di tempo. Ed è arrivato. Il frutto marcio di mesi e mesi di montanti politiche repressive legate all’allarme terrorismo e alla strategia della paura oggi ha mostrato il suo volto collaterale a Barcellona: e, come era ovvio, senza che la cosiddetta comunità internazionale avesse alcunché da ridire. Frasi blande, auspici che nulla trascenda, intercalari diplomatici al limite del farsesco. E di fronte a cosa? All’irruzione della Guardia Civil, armata fino a denti, negli uffici ministeriali della Generalitat di Catalogna per sequestrare 10 milioni di schede del referendum sull’indipendenza previsto per il 1 ottobre e arrestare 14 membri dell’esecutivo di vario livelli, tra cui il segretario generale dell’Economia.


Il martirio dei cristiani non si è mai concluso





Le autorità saudite hanno cucito la bocca e un occhio di questa donna perché ha dichiarato che Gesù è suo Signore e Salvatore. Per favore, ricordati di lei nelle tue preghiere, in questo periodo di prova. Come si può vedere, non può mangiare, né bere. Ed è doloroso.

Mettere i pazzi pericolosi nelle condizioni di non nuocere


Testo di Manuela Mancini


Direi di farla finita con affermazioni del tipo: " Non ero in me" , "Non so perché l'ho fatto”, "Non ricordo niente", adducendo quasi fossero delle giustificazioni droga ed alcool. No, caro amico, tu in giro ci vai sobrio e con la testa a posto, sennò in caso di guai provocati ti raddoppio la condanna, altro che ti giustifico. E, visto che probabilmente avrai già del purè nella testa, se vuoi completare l'opera e ridurre il tuo piccolo cervello in poltiglia in modo che l' Alzheimer ti verrà a 40 anni, vatti a drogare e ubriacare a casa tua, attaccato con una catena come si fa per le bestie pericolose. Tieni il tuo inferno solo per te e lascia vivere gli altri.

Dentro covile o cuna è funesto a chi nasce il dì natale




I vari video sul web: cani stuprati da immigrati, avvelenati, torturati, gatti ai quali è stata tagliata la coda con le cesoie, cuccioli lanciati dal finestrino di una macchina, bimbi abusati, donne violentate, massacrate, brutalizzate, vecchiette povere sfrattate da case prefabbricate all' età di 95 anni. Sangue, dolore, tenebre, follia, inferno.  Che vita è questa? Che mondo è? Cosa sta accadendo? Varrebbe la pena che la terra venisse polverizzata da un secondo Big Bang. Io non voglio più vivere così. Ormai soccombo all'ansia e ad ogni genere di paura. Oltre al mio universo difficile, devo sopportare anche una realtà brutale? In effetti sarei pronta a morire. E non avrei timore della morte, e come disse Herman Hesse, l'accoglierei tra le mie braccia. Col mio cane e il mio gatto. Cosa diavolo può fregarmene di tirare a campare in un mondo di merda? Che cosa ci aspetta? Sarebbe stato meglio non nascere. Viviamo un tempo breve nel quale la sofferenza supera la serenità. Secondo me chi è felice in un momento epocale come questo, è solo un essere senza discernimento. Almeno abbiate il coraggio di provare paura. Se non siete idioti.

Vedi la stazione di Napoli e poi muori


L’unica volta che sono stato a Napoli fu agli inizi degli anni Novanta. Ero di passaggio e siccome dovevo aspettare un paio d’ore per prendere la coincidenza, ho fatto un giro nel piazzale della stazione dei treni, pieno di bancarelle del mercato. Benché avessi messo il portafoglio sul davanti, nel taschino del giubbotto, anziché tenerlo come di consueto nella tasca posteriore destra dei pantaloni, due marocchini riuscirono a rubarmelo lo stesso, agendo in combutta. Presso il locale commissariato mi dissero di guardare per terra, anche sotto le macchine, nella zona dove era successo il fatto, perché i ladri, a volte stranieri, a volte italiani, hanno l’abitudine di prendere i soldi e di gettare via il portafoglio. Oppure, se sono ladri “gentiluomini”, infilano il portafoglio in una cassetta pubblica della posta. E infatti, dopo qualche giorno fui chiamato dai carabinieri del mio paese che me lo restituirono, così che potei recuperare i documenti in esso contenuti. Se trent’anni fa, ad essere presi di mira come prede dei malviventi erano principalmente turisti e viaggiatori, oggi pare si siano aggiunti anche i residenti. E questo per il semplice motivo che i potenziali malviventi sono aumentati di numero. 

Niente di strano: sono secoli che la rimaneggiano!


Fonte: Adesso basta

Stanno per eliminare alcune parole dalla Bibbia, per paura dei musulmani. Come riporta anche il sito americano Conservative Post, alcune organizzazioni cristiane stanno preparando una nuova traduzione della Bibbia, che sia più politically correct per i musulmani. Questa nuova traduzione eliminerà i riferimenti a Dio quale “Padre” e a Gesù quale “Figlio”. Questo perché i musulmani non riconoscono nessuna delle due cose. Sono tanti i cristiani che si stanno indignando per tutto ciò, e stanno provando a fermare quest’opera che pur di non offendere i musulmani, è pronta a offendere, invece, i cristiani. Questo testimonia della forza, e influenza, politica, e non solo, che ormai i musulmani rivestono in tutto il mondo, finanche in una delle nazioni che più si definisce cristiana: gli USA. Questo è un esempio di come i testi biblici cambieranno:


“Puliteli con l’acqua nel nome di Allah, del suo Messia e del Suo Santo Spirito” invece di “Battezzateli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” (dal Vangelo di San Matteo 28:19).

mercoledì 20 settembre 2017

E Amatrice?


Testo di Lara Colombini



Sto stronzolo! Non gli riesce di soccorrere gli italiani e pensa al Messico. Forse si è confuso per via della bandiera.

Siamo prostitute da tangenziale o prostitute di lusso?

Testo di Daina Andreetto


Io gli 80 euro li prendo e li devolvo ai rifugi di animali abbandonati, ma non ho mai votato e non voterò mai per i pidiots. I pidiots se vogliono il mio voto non mi devono dare la tariffa da prostituta di tangenziale, ma quella di prostituta di lusso. Il mio voto vale più di 80 miseri euro. Quindi la vignetta è solo molto stupida, non c'è stato un riscontro ed una verifica di quanti voti hanno guadagnato da chi ha preso la prima mancetta renziminkiana ma non credo siano stati in quantità tali da farli dipingere come un gregge di pecore che corrono dietro a due spiccioli, perché con 80 euro non ci paghi più neanche una pizza con birra.

La logica diabolica delle industrie del latte e della carne


Un bambino, fino ai sei anni, ha bisogno solo di due cose: tette e braccia, ovvero coccole e cibo. A sei anni smette di essere un lattante. Quando i bambini del nido si ammalano, si dà la colpa ai virus presenti a scuola, ma i virus sono anche a casa, eppure a casa non si ammalano, mentre all’asilo sì. Fate in modo che le madri stiano all’asilo anche loro, e i bambini non si ammaleranno, virus o non virus. Le malattie, quindi, nascono nella mente: se il bambino si sente al sicuro, grazie alla presenza materna, nessun raffreddore potrà insorgere. La cattiva abitudine di mettere il biscottino Plasmon nel biberon o il cucchiaino di formaggio grana nella minestrina, è appunto una cattiva abitudine, consolidata nel tempo grazie al bombardamento pubblicitario che la tivù ci offre. 

Il Vangelo secondo Don Massimo


Luigi de Grandi: Saranno sempre meno che vanno in chiesa.

Franco Dalle Luche: Questo biancal-ano mica la racconta bene.

Gioacchino Chinnici: E’ soddisfatto e lo soddisferanno... basta guardarlo in faccia.

Lucio Chiericozzi: Froscioneee!

Adriano Di Salvo: Mi dica quanto guadagna questo sacerdote .... poi una signora di 90 anni viene sfrattata dalla casa di legno ... curatevi!

Palmiro Paris: Ti stai arricchendo con questi ragazzi, a don coso, la carità si fa gratis. Questo per te è solo guadagno senza fare un cazzo.

Roberta Ferraie: Ma sto verme?

Uno stato sonnacchioso attende il manifestarsi degli eventi


Fonte: L’opinione

Gruppi di migranti nigeriani che in un primo momento collaboravano con le mafie per lo sfruttamento della prostituzione ed il traffico delle droghe, ora stanno organizzando bande paramilitari per controllare il territorio italiano”, a rivelarcelo un articolo del “Times” del 29 giugno 2017, a cui si sono aggiunte pubblicazioni del “The Guardian” dell’agosto scorso. Parlano di gang criminali nigeriane e centrafricane che operano in Italia, già soprannominate dall’intelligence britannica “I Vichinghi”: “I membri sono soliti portare il machete come arma - riferiscono le fonti britanniche - hanno prima controllato il traffico di esseri umani, ed oggi usano il capoluogo siciliano come punto d’approdo e smistamento in Italia per centinaia di migliaia d’immigrati clandestini”. Secondo la stampa inglese il territorio italiano sarebbe ora a forte rischio di “tribalizzazione territoriale”, ovvero le bande di migranti potrebbero appropriarsi di aree e difenderle come usano fare nelle zone del centro Africa già attraversate da guerre civili e atavici conflitti tribali.

Algoritmi del Diavolo


Fonte: Libero

"Dio non esiste, la trinità è un falso, ci sono solo io". Questo è il messaggio che emerge dalla celebre "Lettera del diavolo", la missiva scritta nel 1676 da suor Maria Crocifissa della Concezione, e per anni rimasta incomprensibile. Dopo quattro mesi di studio, un team composto da biologi, psicologi, fisici e religiosi, è riuscito finalmente a decifrarla. "Abbiamo utilizzato un software scaricato dal deepweb che viene utilizzato dall'intelligence turca per decrittare i messaggi dell'Isis" racconta Daniela Abate, direttore del "Ludum science center" di Catania, a Il Giorno.  La lettera è un misto di greco, latino, arabo e alfabeto runico, e per tradurla gli studiosi hanno inserito nell'algoritmo anche il profilo psicologico della suora. Secondo i documenti ufficiali della Chiesa, la suora, al secolo Isabella Tomasi prozia di Tomasi di Lampedusa, fu trovata seduta a terra nella sua cella "con mezza faccia sinistra imbrattata di inchiostro, il respiro affannoso e una lettera in mano scritta in una lingua incomprensibile". Per la Chiesa, la missiva è l'esito della lotta di suor Crocifissa contro il demonio, che voleva servirsi della donna per trasmettere il messaggio. "Crediamo che la vita in clausura le causasse un grave stress psicologico e che questa lettera sia frutto di un disturbo bipolare, ma siamo rimasti sorpresi di aver trovato un senso logico complessivo" conclude Abate. 

L’ISIS è l’esercito mercenario di Israele


Testo di Paolo Sensini


Come rende noto il sito israeliano "Inian Merkazi" e l'agenzia di stampa "Abna", le forze di sicurezza libiche hanno arrestato un importante comandante dell'ISIS nella città di Bengasi scoprendo che l'uomo catturato, Ephraim Benjamin, è un agente del Mossad, il servizio d'intelligence israeliano. Benjamin, noto in Libia con il nome di Abu Hafs, aveva iniziato a operare nel Paese subito dopo l'invasione guidata dalla NATO nella primavera 2011. "Middle East Monitor" ha riferito inoltre che Hafs/Benjamin, prima di diventare un leader riconosciuto dello Stato Islamico, svolgeva attività di imam in una moschea di Bengasi dove comandava centinaia di tagliagole takfiri.

martedì 19 settembre 2017

Il mortifero dualismo inventato apposta per dominarci


Tutti noi siamo cresciuti in un contesto sociale dominato culturalmente dalla Chiesa cattolica e, che lo vogliamo o no, nonostante tutti gli sforzi che abbiamo fatto per scrollarcela di dosso, continua a farci ragionare con gli stessi, deleteri, schemi mentali. Mi riferisco al falso dualismo. Nel momento in cui il cristianesimo dice: “Ama gli altri come te stesso”, crea già una separazione tra noi e gli altri, concetto foriero di esiti nefasti e perniciosi risultati. Gli induisti, che in fatto di spiritualità sono insuperabili, già 4.000 anni fa dicevano: “Tat twam asi”, che in sanscrito significa “Quello sei tu”. Di modo che, nel momento in cui Daniele Simonazzi accusa Israele di essere la rovina del mondo e Giuseppe Vattelapesca gli replica piccato che è un fascista antisemita, succede che quella parte di coscienza universale che coglie le nefandezze degli ebrei si mette inutilmente in conflitto con quella parte di coscienza universale che viceversa coglie la grandezza di un popolo che ha fatto la storia degli ultimi 4.000 anni e che lotta per sopravvivere in un contesto ostile, circondato com’è da nemici. 

Un po’ di carne umana è necessaria per i bimbi sotto i 5 anni


Fonte: Il Giornale

Le diete vegane non sono adatte ai bambini sotto i 5 anni: nessuno specialista dovrebbe mai raccomandarle a una coppia per il proprio figlio. Quelle vegetariane possono andar bene, se prevedono la presenza a tavola di latte, uova e alimenti fortificati con vitamina B12, ferro e omega 3, e se sono guidate da un professionista. Sono queste le conclusioni - scrive La Stampa - del dossier redatto da chi si prende cura dei più piccoli, che sarà presentato a Mestre, nel corso del congresso della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps). Un documento frutto di un anno di lavoro che ha passato al setaccio oltre 120 studi internazionali col coordinamento di Margherita Caroli, tra i massimi esperti di nutrizione pediatrica in Europa.